marzio ortolani francesco casoni olga radio volontariatoDa 15 anni offrono a bambini bielorussi una vacanza indimenticabile, che consente loro di rimettersi in salute e superare situazioni difficili. Ora i volontari dell’associazione Olga hanno una nuova sfida: portare alla “Venice Marathon” una squadra di runner, tra cui alcuni accompagnatori di bambini disabili.

A raccontare questa esperienza di solidarietà internazionale è Marzio Ortolani, presidente dell’associazione, ospite della puntata di Radio Volontariato in onda nella seconda metà di giugno. Due gli obiettivi da raggiungere: innanzitutto, trovare runner di Rovigo e dintorni che vogliano unirsi al team “Le ali degli angeli”, un gruppo di podisti bielorussi che portano con sé bambini disabili, spingendo le loro carrozzine per tutto il tracciato delle maratone a cui partecipano. La “Venice Marathon” è occasione per dare visibilità a questo progetto di solidarietà e per offrire ai bambini un’esperienza nella splendida città lagunare.

L’altro obiettivo è raccogliere fondi per questo progetto, il cui costo si aggira intorno ai tremila euro, necessari per portare in Italia bambini e accompagnatori, farli soggiornare e pagare l’iscrizione alla maratona. Le offerte saranno raccolte sul sito www.retedeldono.it.

In luglio e agosto, poi, l’associazione Olga accoglierà bambini bielorussi in vacanza terapeutica. La vacanza serve loro per migliorare il proprio stato di salute, dato che provengono da zone contaminate dalle radiazioni del disastro di Chernobyl, ma anche a sperimentare un’esperienza nuova e sensazionale nel nostro paese. “Abbiamo bisogno di volontari per rendere speciale ogni giorno della loro vacanza – dice Ortolani – Si può animare una giornata, cucinare e insegnare a cucinare, accompagnarli al mare o in gita e molto altro ancora”.