Negli ultimi anni nei giovani è aumentata la consapevolezza che il successo professionale non dipende solo dal titolo di studio ma anche dalle competenze che si acquisiscono fuori dalle mura scolastiche, mettendosi direttamente alla prova con la realtà lavorativa e sociale. Questi motivi, assieme al desiderio di riconoscimento sociale ed al senso di appartenenza comunitaria, hanno fatto crescere negli ultimi anni l’attenzione dei giovani verso l’attività di volontariato.
L’associazione ha effettuato incontri presso le scuole superiori del territorio riscontrando la necessità da parte dei giovani di partecipare concretamente ad iniziative proposte da organizzazioni meno strutturate, calate nei contesti territoriali, piuttosto che a grandi progetti proposti da organizzazioni a carattere nazionale.

Tenuto conto di queste considerazioni l’associazione, per l’anno in corso, si propone i seguenti

OBIETTIVI

  • Coinvolgimento dei giovani nella realizzazione, nelle scuole di ogni ordine e grado, di laboratori di cittadinanza attiva e condivisa finalizzati a promuovere la cultura del volontariato con particolare riferimento ai contesti caratterizzati da condizioni di disagio e di marginalità sociale.
  • Promozione di iniziative di volontariato che prevedano la partecipazione di giovani di età non superiore a 28 anni, anche attraverso il coinvolgimento di altre organizzazioni del terzo settore, di amministrazioni pubbliche centrali e locali e delle istituzioni scolastiche ed universitarie.
  • Sostegno e promozione del coinvolgimento attivo e responsabile dei cittadini e delle organizzazioni nella cura e nella valorizzazione dei beni comuni, inclusa la promozione della legalità e della corresponsabilità.

attraverso le seguenti

ATTIVITA’

  • Ricerca nuovi giovani volontari aderenti proposta attività progettuali.
  • Valorizzazione dei beni storico-culturali Città di Lendinara.
  • Studio e realizzazione di una guida turistica.
  • Accoglienza di giovani bielorussi ed italiani per attività di team building per gestione programma accoglienze.
  • Accoglienze in “vacanza terapeutica” di minori bielorussi, un primo gruppo con patologie post-tumorali ed un secondo gruppo provenienti dalle zone contaminate dal disastro nucleare di Chernobyl; gestione attività quotidiane, attività di animazione e laboratori creativi; visite guidate ed escursioni; laboratorio per una sana alimentazione.
  • Realizzazione di un DVD e Brochure attività.
  • Realizzazione manifestazioni/eventi per promozione e divulgazione attività e raccolta fondi.

L’attività svolta dagli studenti viene riconosciuta come STAGE UNIVERSITARIO