PAESE

ITALIA

LUOGO

Lendinara (RO)

PARTNER

Italiani: Comune di Lendinara; IIS Primo Levi Badia Polesine; Polisportiva Lendinara-Volley; Progetto Giovani Jonathan Livingston; Forum Giovani Lendinara; FIPAV Rovigo – Sitting volley; Associazione culturale Mentalmente Instabili; Fondazione Aiutiamoli a Vivere ong.

DURATA PROGETTO

2014-2015

COSTO TOTALE

€.  18.321

CONTRIBUTI

€.  5.075  (C.S.V. Rovigo)

OBIETTIVI

  • Potenziare la rete di collaborazione con Odv, scuole della provincia di Rovigo e della Repubblica di Belarus per la promozione del volontariato giovanile
  • Potenziare il proprio intervento sul territorio a favore di minori in difficoltà
  • Realizzazione di interventi, manifestazioni per la promozione del volontariato giovanile e la raccolta fondi in collaborazione fra associazioni, Odv e scuole della Provincia di Rovigo e della Repubblica di Belarus
  • Favorire lo sviluppo del volontariato giovanile internazionale nella Provincia di Rovigo e nella Repubblica di Belarus
  • Potenziare la collaborazione fra associazioni della Provincia di Rovigo e della Repubblica di Belarus per la promozione e realizzazione di campi di lavoro internazionali

RISULTATI

  • Accoglienza di nr. 5 volontarie dell’accademia del volontariato dell’università di Brest, facoltà di Pedagogia e Psicologia che hanno incontrato associazioni di volontariato operanti nella Provincia di Rovigo, si sono rapportate con giovani volontari italiani confrontandosi sulle dinamiche del volontariato in Italia e Bielorussia, giovani che poi hanno realizzato insieme un’azione di raccolta fondi per il piccolo Ivan.
    Le giovani volontarie sono state accolte poi anche nel successivo mese di novembre per offrire Loro la possibilità di partecipare al Convegno Nazionale della Fondazione Aiutiamoli a Vivere ong.
  • Accolto il piccolo Ivan, accompagnato dalla mamma, per diagnosi e cure
  • Accolte nr. 3 mamme che hanno accompagnato i Loro figli affetti da gravi patologie oncologiche per offrire loro è stata offerta l’opportunità di vivere una vacanza
  • Accolti nr. 6 minori accompagnati provenienti dalla Provincia di Slavgorod, Regione di Moghilov (Bielorussia), da un villaggio che risulta ancora fra i siti contaminati.