Il progetto rappresenta la continuazione della collaborazione avviata con la Fondazione Aiutiamoli a Vivere ong con l’obiettivo di favorire lo sviluppo di un volontariato giovanile organizzato mediante il coinvolgimento dei giovani italiani appartenenti alle famiglie aderenti alla Fondazione ed i giovani universitari Bielorussi. Sono stati accolti quindi presso la casa GP2 a Rovigo 15 giovani italiani e 15 giovani Bielorussi e con loro, in collaborazione anche con il Centro di Servizi per il Volontariato di Rovigo, è stato effettuato un percorso di  approfondimento e formazione.